EVEN MORE @ Nilufar Gallery

6 aprile 2014 in Events

A selection of unique pieces and modern discoveries by Nina Yashar

L’abbondanza come valore aggiunto. Un lusso di luce attraversa pezzi di ricerca, la voglia di ambienti più saturi e di nuovo splendore crea il barocco di Nilufar. Un gusto retrò enfatizzato dal fasto dei bronzi e dei marmi striati che si alternano alle luminescenze di vetri, specchiature e colori. C’è assonanza, ripetizione nei giochi di riflessi e nei dettagli, per esempio tra i fiori. Una voluttuosa densità si affaccia dalle vetrine della Galleria Nilufar su via Della Spiga, con la classica imprevedibilità degli accostamenti di Nina Yashar. Un omaggio al debutto di design internazionale, allestito tra quinte di velluto e luci d’autore, puntate su curve di Royére, sedute di Parisi e Vigorelli, specchi di Fontana Arte, lampadari di Bethan Laura Wood e scrivanie di Gio Ponti. Fino alla novità della fibra di carbonio che riveste pareti e soffitti di questa storia di luce, con morbidezza e azzardo. Al piano superiore stanze concettuali, nell’open space scandito da quinte e tappeti, piccoli scenari di scuola Nilufar.

Segnaliamo in particolare la piccola credenza Ringo di Roberto Giulio Rida con struttura in legno laccato all’interno e piedi di bronzo tornito e patinato, che fa parte di una collezione di pezzi unici. Dal suo rivestimento in cristallo specchiato, realizzato esclusivamente con materiali vintage anni ’50-’60, ora non più in produzione, emergono su tutte le superfici anelli di cristallo ottico placcati in specchio giallo-oro.

Inoltre Cherrybomb, il nuovo sistema di illuminazione creato da Lindsey Adelman appositamente per la Galleria Nilufar. Gli apparecchi modulari, composti da una rete di sottili tubi angolari di ottone, punteggiati di piccoli globi in vetro soffiato a mano, che evocano un ramo di ciliegio in fiore che si arrampica sui muri e lungo il soffitto, creano un’effetto di luce delicata e avvolgente e consentono infinite possibilità di composizione all’interno di un linguaggio visivo minimale ma allo stesso tempo opulento.
Il concept, di colore acquamarina opaco e avvolto in lamina d’oro 24 carati, è pratico perché ogni pezzo può essere installato come un’applique o plafoniera oppure essere combinato per creare un’installazione in superfici o angoli spesso trascurati di un interno.

EVEN MORE
Nilufar Gallery

8/13 April
10am – 8pm

Nilufar Gallery
via della Spiga 32
20121 Milan